Nuovi tentativi di controllare il Web?

Nuovi tentativi di controllare il Web?

I fatti sono che la Presidente della Camera Laura Boldrini ha ricevuto e sta ricevendo numerose minacce ed intimidazioni via web e social network e questo è serio e preoccupante per la sua persona e per i suoi familiari. Piena solidarietà da parte nostra. Il nostro ordinamento giuridico fortunatamente è già provvisto di norme per poter far fronte a queste minacce e, a quanto leggiamo, la Procura di Roma ha già aperto un fascicolo per minacce, diffamazione e violazione della privacy. Dunque qual è la preoccupazione che serpeggia fra gli internauti italiani?

In un’intervista al quotidiano online la Repubblica la Presidente Boldrini sostanzialmente afferma di non avere fiducia nelle norme attualmente a disposizione e, anche se non esplicitamente, sembra invocare leggi speciali.

Purtroppo questo è un argomento ricorrente, il web è anche uno strumento di contestazione e periodicamente i politici attaccati nei propri blog o profili sociali invocano sdegnati leggi speciali per “imbrigliare” il dissenso. Il caso della Presidente della Camera ovviamente è diverso e ben più grave, ma perché un’alta rappresentante delle istituzioni non dovrebbe avere fiducia nelle istituzioni stesse?

Le leggi ci sono, forse ciò che manca sono i mezzi per applicarle… Quanti tagli alle risorse economiche ha subito la Giustizia? Quante mancate (vere) riforme per snellirne la macchina burocratica?

Piena solidarietà dunque, ma niente panico. Cerchiamo di dare risposte appropriate ai problemi e soprattutto non diamo facili sponde a chi cerca di imbrigliare da anni il web per finalità ben diverse da quelle del bene pubblico.

Foto via Presidenza della Repubblica