Scartati al colloquio a causa di Facebook

Scartati al colloquio a causa di Facebook

È quanto risulta da uno studio di On Device Research, un’agenzia londinese che effettua analisi sul mercato mobile in tutto il mondo che conferma quanto vi avevamo già detto nelle nostre precedenti discussioni:

Il 10% degli intervistati (età compresa tra i 16 e i 24 anni) è stato scartato al colloquio di lavoro a causa di immagini o commenti postati su Facebook, Twitter e altri social network.

Lo studio non comprende per ora l’Italia, ma è una tendenza che si sta manifestando sempre di più anche da noi. La ricerca prende in esame anche il livello di consapevolezza degli interessati: purtroppo, complice forse la giovane età, ben il 66% si dichiara non interessata alle ripercussioni che i profili sociali possono causare sulle prospettive di carriera e non si curano minimamente di quello che pubblicano in rete. Tornando all’Italia, vista la drammatica disoccupazione giovanile (1 giovane su 3), sarebbe il caso di iniziare a tenere conto anche di questi fattori. Ricordiamo che l’Italia vanta 23 milioni di iscritti a Facebook, che si attesta dunque a social network preferenziale.