Cala la frammentazione delle versioni di Android

Cala la frammentazione delle versioni di Android

Android indubbiamente domina il mercato mobile, ma, problema soprattutto rivolto agli sviluppatori di applicazioni, con una presenza (storicamente) fortemente frammentata in molteplici versioni, anche obsolete. Questo non è causa di Google o di chi sviluppa il sistema operativo Android, ma dei vendor che evidentemente non sempre offrono gli aggiornamenti ai dispositivi già venduti. Ovviamente non tutto l’hardware in circolazione può supportare l’ultima versione disponibile, ma di certo sarebbe possibile circoscrivere la frammentazione a 2-3 versioni anziché 8. Ma purtroppo si entra nella logica del consumo e dello spingere il consumatore appunto a comprare un nuovo dispositivo per essere aggiornato.

Dunque ecco la situazione attuale fotografata dal team di sviluppo:

frammentazione_Android-diagramma

Dati raccolti secondo gli accessi al Google Play Store in un periodo di 14 giorni conclusi l'8 Luglio 2013. Le versioni con una percentuale inferiore allo 0,1% non sono visualizzate.

Dati raccolti secondo gli accessi al Google Play Store in un periodo di 14 giorni conclusi l’8 Luglio 2013. Le versioni con una percentuale inferiore allo 0,1% non sono visualizzate.

Rispetto al recente passato notiamo che la frammentazione sta calando e che soprattutto l’ultima versione, la Jelly Bean, ha conquistato la fetta maggioritaria. Gli sviluppatori dunque dovranno faticare un po’ meno per garantire la compatibilità delle proprie applicazioni 🙂